Recensioni Router

TP-LINK Archer D7

TP-LINK Archer D7

Recensione in Breve:

Si tratta di un Router "tutto in uno" (quindi con integrato anche un modem ADSL2+/IPv6) di ultima generazione; compatibile quindi anche con il nuovo Standard Wifi "AC" in modalità dualband (5GHz e 2.4GHz) con una velocità di trasmissione dati fino a 1750Mbps. Ha 4 porte Gigabit ed inoltre 2 porte USB; per la condivisione di storage/media server o stampanti.

Rapporto qualità  prezzo:

L'Archer D7 è  il prodotto top di gamma TP-Link ed il più tecnicamente avanzato e più veloce; ed è disponibile ad un prezzo di 112 Euro. Sempre dallo stesso produttore è possibile avere il modello meno potente e più economico: Archer D5 che costa soltanto 76 Euro ma raggiunge una velocità di trasmissione di soltanto 1200Mbps (invece dei 1750 Mbps del Archer D7).  Comunque sia il rapporto qualità prezzo dei prodotti TP-Link è veramente ottimo.


Caratteristiche:


Segnale wifi e Antenne
Il router dispone di 3 antenne wifi omnidirezionali da 3dBi (a 5GHz), che sono anche staccabili e sostituibili con altre antenne utilizzando una presa standard RP-SMA. Utilizza un segnale wireless "AC" (retrocompatibile con il wifi N/G/B) ad una velocità  di 17500Mbps Dualband.
Le caratteristiche del wifi sono veramente ottime, le tre antenne sono in grado di coprire un campo molto ampio mantenendo il segnale stabile, ed il fatto che le antenne sono rimovibili è un gran vantaggio nel caso in cui si volesse estendere ulteriormente il segnale.

Porte USB
IL router dispone di 2 porte USB 2.0 che possono essere utilizzate per collegare e condividere (anche via internet/FTP/ VPN) dischi rigidi/ pendrive, modem-usb o stampanti.

IPv6
Con questo apparecchio sarete anche pronti per il futuro e al cambio di internet da IPv4 a IPv6.

Sicurezza
E' possibile crittografare il segnale wifi utilizzando sistemi WPA-PSK e WPA2. Firewall SPI e NAT proteggono inoltre da potenziali attacchi provenienti da Internet.

Prezzo:
Vedi prezzo e Acquista questo prodotto su amazon.


Commenti:

comments powered by Disqus
Back to Top